Menu
X
image

Mobbing: violenza psicologica a lavoro

Non ce la fai proprio più, sei stanco fisicamente e psicologicamente, vorresti quasi ti venisse la febbre piuttosto che andare a lavoro, eppure, una volta ti piaceva!

Ora, ogni mattina non appena suona la sveglia, con la luce del giorno ecco che arriva anche l’ansia e il mal di stomaco. Andare a lavoro ormai è diventato troppo pesante. In azienda, il tuo capoufficio non si regola proprio, si rivolge a te sempre attraverso critiche, calunnie e con un comportamento aggressivo e vessatorio.

Sembra faccia di tutto per emarginarti, sembra proprio c’è l’abbia con te!

Ti ha spostato da un ufficio all’altro quasi senza avvertirti, ti ha affidato compiti dequalificanti e ti mette sistematicamente in ridicolo di fronte a clienti, colleghi e superiori. Sopporti da tanto e ancora ti chiedi quale sia lo scopo di tali comportamenti e perché si comporta in questo modo con te. Hai sentito parlare tanto di Mobbing e ti stai chiedendo se ne sei o no una vittima?

Allora vediamo un attimo, se per esempio, il tuo capoufficio arriva in ritardo a lavoro, nervoso e arrabbiato perché gli hanno tamponato l’auto nuova mentre veniva in ufficio, e quando arriva tutto trafelato, tu gli riferisci subito un problema lavorativo o che deve fare una telefonata a un cliente indigesto, allora in questo caso è praticamente sicuro che verrai trattato male e ti farà sentire umiliato e ferito.

E’ vero! Dovrebbe controllarsi perché non è colpa tua se lo hanno tamponato, però diciamo che comunque, questo suo modo di fare aggressivo e sicuramente poco piacevole da subire, fondamentalmente è legato a un fattore situazionale, che in questo caso è l’auto tamponata, ma potrebbe essere per esempio: una giornata storta, problemi privati, un forte mal di testa, o altro, e quindi i modi fastidiosi che ne derivano sono molto sporadici e non possiamo parlare di Mobbing.

Se invece, il comportamento da prepotente del tuo capoufficio è una vera e propria abitudinele critiche, le umiliazioni e l’aggressività nei tuoi confronti sono ormai quotidiani e durano già da parecchio tempo, allora possiamo parlare di Mobbing.

Il Mobbing infatti si manifesta con una serie di azioni aggressive, che vengono messe in atto dal “mobber” in modo sistematico e si ripetono per un lungo periodo di tempo, con lo scopo ben preciso di danneggiare una determinata vittima o il “mobbizzato”.

Il mobbizzato viene assalito e aggredito intenzionalmente da questi mobber che fanno di tutto per distruggerlo a livello sociale, professionale e ovviamente psicologico, portandolo all’isolamento e all’emarginazione.

Qual’è il loro scopo? Può essere vario, ma sicuramente sempre distruttivo. Un mobber potrebbe volerti eliminare perché sei divenuto in qualche modo “scomodo” e con il suo comportamento non cerca che indurti a dare le dimissioni o di provocare un tuo licenziamento.

Se ti sei riconosciuto nel mobbizzato, non vergognarti a chiedere aiuto. Lo sai che nei casi più gravi il tuo capoufficio potrebbe addirittura arrivare a sabotarti il lavoro e ad azioni illegali? Quindi cosa aspetti a fare qualcosa?

E’ importante tu richieda un supporto di tipo sociale e di tipo legale e che ti rivolga a un terapeuta che possa aiutarti a riprenderti a livello psicologico lavorando su tutti quegli aspetti negativi generati in te dal mobbing, come: la vergognala disistima, il fatto di sentirti umiliato, di esserti ritirato nella solitudine ma anche per poter gestire tutta la rabbia provocata dai comportamenti subiti dal tuo capoufficio.

Se non vuoi che la tua condizione peggiori, cosa ne dici di chiedere subito aiuto a un terapeuta? Ti sembrerà strano, ma ricerche hanno dimostrato che spesso, anche con una singola seduta di terapia, imparando a recuperare e utilizzare le tue risorse potrai lavorare su tutti questi aspetti che ti ho appena riportato e vedrai che il tuo capoufficio non riuscirà più ad avere la meglio su di te!

Contatta uno dei terapeuti formati in Terapia a Seduta Singola cercando sul nostro sito www.onesession.it, il terapeuta che ti è più vicino e soprattutto più adatto alle tue esigenze.

Se vuoi rimanere aggiornato iscriviti alla nostra Pagina Facebook onesession.it

No Tag have Found!
Back To Home

Privacy Policy

Cookie Policy

© 2020 Italian Center for Single Session Therapy srls - Piazza Comitato Lib. Nazionale, 5 - 00015 Monterotondo (RM) - PIVA: 14156091002 Onesession. UOUAPPS