Menu
X
image

Disfunzione erettile: perché può essere utile lo psicologo?

Che cosa è e come si manifesta la disfunzione erettile

Si definisce disfunzione erettile l’incapacità ricorrente di mantenere un’erezione adeguata fino al completamento del rapporto sessuale.

Secondo il DSM-5 (ovvero il Manuale Diagnostico Statistico dei Disturbi Mentali) per poter ipotizzare una disfunzione erettile, deve manifestarsi almeno una delle seguenti condizioni:

1. Marcata difficoltà nell’ottenere un’erezione durante l’attività sessuale

2. Marcata difficoltà nel mantenere un’erezione sino al completamento dell’attività sessuale

3. Marcata diminuzione della rigidità erettile.

Inoltre, sempre secondo il DSM-5, i sintomi devono essere presenti da almeno sei mesi e causare disagio clinicamente significativo nell’individuo.

Perché si possa parlare di disfunzione erettile, la problematica non deve essere attribuibile all’effetto di una sostanza/farmaco o ad un’altra condizione medica generale.

La problematica può essere permanente o acquisita. Si tratterà di un disturbo permanente se è comparso quando l’individuo ha iniziato ad essere sessualmente attivo, mentre sarà acquisito se sopraggiunto in seguito, dopo un periodo di attività sessuale normale.

Si tratta di un disturbo organico o psicologico? Ed in quali contesti si manifesta con maggiore frequenza?

Una delle prime cose che ci si chiede è se si tratta di un problema fisico o psicologico.

Purtroppo non esiste una risposta che vada bene per tutti! Ogni persona dovrebbe rivolgersi ad un professionista per valutare la propria situazione nel modo più appropriato.

Alcune volte potrebbe trattarsi di un problema fisico, altre volte potrebbe essere determinante la componente psicologica.

Esclusa la causa medica (es. miopatia cavernosa, malattia di Peyronie etc), la cosa migliore da fare sarebbe rivolgersi ad un professionista. Insieme si valuterà la situazione e si interverrà in ambito psicologico per risolvere il problema.

Molti uomini potrebbero esserne sorpresi, ma la disfunzione erettile può manifestarsi in contesti e momenti di vita differenti.

La problematica può manifestarsi sia in giovani alle prime esperienze sessuali, sia in uomini con una discreta esperienza alle spalle.

Allo stesso modo, può esserne colpito l’uomo che vive una relazione stabile e duratura, ma anche l’uomo che ha appena iniziato una nuova relazione.

In alcuni casi, quando il disturbo si manifesta già dall’inizio della relazione, le coppie cercano di gestirlo a “modo loro”, rinunciando a rapporti sessuali completi.

Perché è importante cercare di risolvere la situazione?

Nonostante sia una problematica più diffusa di quanto si pensi, sono tanti gli uomini che rinunciano ad affrontarla, sperando che questa si risolva magicamente un giorno o l’altro.

Un po’ per imbarazzo, un po’ per sfiducia nella possibilità di risolverla, spesso si tende a sottovalutare la disfunzione erettile, aumentando lo stress ed il disagio ad essa collegati.

In questo modo, però, il problema rischia di peggiorare ulteriormente, perché il pensiero di non essere all’altezza della situazione, unito alla paura di deludere la partner (o il partner!), rendono ancora più difficoltosa l’eccitazione.

Proprio la paura di deludere la partner, anche quando questa si dimostra comprensiva e disposta ad aiutare a risolvere il problema, può essere fonte di profonda frustrazione per l’uomo, che spesso sperimenta sentimenti di rabbia e delusione.

Anche negli uomini che non hanno un partner fisso la problematica può essere motivo di grande frustrazione, perché potrebbe portare l’individuo ad evitare di sperimentarsi in nuove relazioni per non doversi confrontare con il problema.

Se anche tu stai convivendo con una disfunzione erettile, e non vedi l’ora di sistemare la situazione per tornare (o iniziare) a vivere con serenità la tua sessualità, contattare uno psicologo potrebbe essere il primo passo.

Se credi sia arrivato il momento di fare qualcosa, ogni martedì dalle 18:00 alle 20:00 i terapeuti del team One Session si rendono disponibili per degli incontri online gratuiti. Contattaci inviando una email a info@onesession.it oppure visita la nostra pagina Facebook OneSession.it.

 

Riferimenti Bibliografici

American Psychiatric Association (2013). Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, Fifth Edition, DSM-5. Arlington, VA. (Tr. it.: Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, Quinta edizione, DSM-5. Raffaello Cortina Editore, Milano, 2014)

Cannistrà F., Piccirilli F. (2018), Terapia a Seduta Singola. Principi e pratiche. Giunti Psychometrics.

San Martin, C., Simonelli, C., Sønksen, J., & Patel, S. 2012. Perceptions and opinions of men and women on a man’s sexual confidence and its relationship to ED: results of the European Sexual Confidence Survey. International Journal of Impotence Research, 24, 234–241.

Back To Home

Privacy Policy

Cookie Policy

© 2021 Italian Center for Single Session Therapy srls - Piazza Comitato Lib. Nazionale, 5 - 00015 Monterotondo (RM) - PIVA: 14156091002 Onesession. UOUAPPS